Sabato 26 Marzo 2011: una Bella giornata!


Arci Catania saluta con entusiasmo “i provvedimenti di polizia giudiziaria” che hanno colpito alcuni vigili urbani che in questi anni si sono resi responsabili, con la compiacenza di chi ce li aveva mandati, di ignobili atti nei confronti dei migranti di corso Sicilia.

Marzo 26, Sabato pomeriggio. Arci Catania è scesa in piazza contro il regime di Gheddafi e contro l’ennesima guerra idiota scatenata solamente per rapinare la Libia ed il suo popolo.

Marzo 26, Sabato tardo Pomeriggio. Arci Catania ha approvato la riapertura della Palestra pubblica di Via Verginelle come risposta all’ormai inarrestabile erosione degli spazi di aggregazione in questa città. Un’erosione lenta, studiata e voluta e che ha visto la partecipazione attiva delle forze peggiori e reazionarie di questa città. L’occupazione della palestra di Via Verginelle è una risposta concreta alla violenza del silenzio istituzionale; una riapertura costruita dalla pratica politica delle compagne e dei compagni dell’Experia con i quali intendiamo continuare a lottare per vedere un’altra Catania, un’altra Sicilia, un’altra società.

L’antico corso, piazza Carlo Alberto, Librino e tanti altri quartieri “popolari”, condividono il destino dell’indifferenza istituzionale, dell’assenza di servizi sociali. La gente che vive questi quartieri è come se non avesse volto, è come se non avesse voce. Per le istituzioni, la gente che vive questi quartieri, pesa poco, quanto la matita che traccia un segno sulla scheda elettorale. La gente che vive questi quartieri esiste solo a fasi alterne e quasi sempre in coincidenza delle scadenze elettorali. Dopo sparisce, non esiste più. Come non esistono gli invisibili che vivono il centro storico ma vengono dall’Africa, dall’Asia e dal Sud del Mondo: per loro non c’è nemmeno la cabina elettorale.

E mentre da Lampedusa a Mineo il governo costruisce un mondo fatto di intolleranza e repressione, noi abbiamo scelto di rispondere costruendo uno spazio aperto, tollerante e solidale.

Per questo, Sabato 26 Marzo 2011, è stata e sarà sempre una Bella Giornata. La giornata del riscatto dignitoso, la giornata di chi ha scelto che un altro mondo è possibile ed inizia ORA!

RESISTENZA!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *