AggregAzioni


Sito web: www.aggregazioni.org

E’ un progetto finanziato dalla Fondazione con il Sud che mira a sostenere interventi concreti per contrastare la dispersione e l’abbandono scolastici nelle regioni meridionali. Nasce così l’idea di creare 4 Centri di Aggregazione Antiabbandono e Dispersione, il cui spazio coinciderà fisicamente con i quattro Istituti Scolastici partner: “Fermi-Eredia”, “Dusmet-Doria”, l’Istituto Comprensivo “Diaz-Manzoni” (su cui opera Arci Catania) e l’ITIS “Cannizzaro”.
Il progetto è stato presentato nel 2013 dal Consorzio Il Nodo, in partenariato con Arci Catania, Cooperativa Prospettiva, COF Università di Catania, Associazione Manitese, Coop. Fenice, Oratorio Salesiano S. Filippo Neri, Coop. Libertando, 232 Edizioni, Coop. Lavoro e non solo, Confcooperative Catania, Comune di Catania, ASP Catania, USSM Catania.

Obiettivi del progetto

Il progetto fa leva anzitutto su due elementi: da una parte la necessità di far riavvicinare i ragazzi in abbandono scolastico e quelli a rischio di dispersione allo spazio fisico dedicato istituzionalmente alle attività scolastiche, per poterlo risignificare attraverso percorsi più aderenti al vissuto dei ragazzi medesimi; dall’altra, tentando di rispondere ai fabbisogni locali, riuscire a colmare un’assenza assai diffusa nel territorio di Catania, ovvero quella dei Centri di Aggregazione Giovanili che fungano da luoghi di incontro, collettori di esperienze, centri di sviluppo della socialità e dell’apprendimento.

Supporto scolastico e laboratori creativi

Le attività si svolgeranno nelle ore pomeridiane con la costante presenza di operatori e volontari che affiancheranno i ragazzi nello svolgimento dei compiti e nel recupero delle lacune sul piano dell’apprendimento, adottando le modalità e gli strumenti più adeguati ad ogni singolo ragazzo, secondo una prospettiva metodologica legata all’educazione non formale e alla ludopedagogia. Lo sport sarà utilizzato grazie alle sue valenze educative e come forma di integrazione sociale.

Da gennaio a giugno 2015, due pomeriggi a settimana, il C.A.A.D. è stato aperto proponendo le seguenti attività e laboratori:

  • Doposcuola
  • Riciclo creativo
  • Pallavolo
  • Radioweb
  • Giocoleria

Il progetto è ricominciato a gennaio 2016, tre pomeriggi a settimana, con le seguenti attività:

  • Doposcuola
  • Riciclo creativo
  • Teatro
  • Radioweb
  • Lotta greco romana
  • Hip hop

Piattaforma didattica virtuale

Nell’ottica di integrare l’insegnamento tradizionale con metodologie e strumenti innovativi più vicini alla quotidiana esperienza dei giovani, si implementerà una piattaforma didattica in formato elettronico. Attraverso essa, infatti, gli studenti avranno la possibilità di trovare (anche da casa) tutto ciò che i loro insegnanti metteranno a disposizione, interagire con gli stessi e i pari, commentare e diventare loro stessi autori (non solo di testi, ma anche di immagini, video, etc.). La piattaforma permetterà inoltre, attraverso un sistema di social network chiuso all’esterno, interazioni sia all’interno della stessa scuola che tra le scuole partner, e quindi tra docenti e allievi di scuole diverse, che a seconda delle diverse competenze e dei diversi bisogni rilevati potranno approntare percorsi sinergici e integrati.

Genitori in azione

Parallelamente alle attività svolte con i ragazzi, sono previste all’interno del progetto anche delle attività rivolte ai genitori. L’intento è quello di attuare percorsi creativi a carattere anche professionalizzante che permettano ai genitori di acquisire nuove competenze nel campo della produzione di oggettistica artigianale promuovendo, contestualmente una cultura ambientale che guardi al problema dei rifiuti come ad una risorsa. Da aprile a giugno 2015 si è realizzato un Laboratorio di artigianato in legno con l’affiancamento di un Esperto Artigiano e di uno Psicologo. Il laboratorio ricomincerà a febbraio 2016.