BUSSIAMO ANCORA ALL’ EX-CINEMA MIDULLA: APRITE


 

Apprendiamo in questi giorni dell’ennesimo appello rivolto al Comune di Catania, questa volta dall’organizzazione no profit La città invisibile, per concedere gli spazi dell’ex cinema Midulla alla scuola di vita e di musica Falcone e Borsellino. Questo appello segue a ruota quello di altre associazioni, come il GAPA, che da anni operano nel quartiere di San Cristoforo e che sempre con maggiore insistenza chiedono più spazi sociali da opporre al degrado.

È una situazione che conferma la nostra preoccupazione in merito all’erosione progressiva di spazi pubblici in città. Catania ha bisogno di spazi di aggregazione sociale e le occupazioni degli ultimi tempi non fanno altro che confermarlo. La risposta delle istituzioni al problema è stata indegnamente sorda se non, a volte, repressiva. Così oggi non possiamo che apprezzare l’attenzione (a dire il vero tardiva) che anche la politica istituzionale sta rivolgendo al tema (proprio ieri  le dichiarazioni in questo senso dell’onorevole Beretta).

Già molte associazioni che operano nell’hinterland di San Cristoforo hanno avvertito la necessità di esprimersi in uno spazio pubblico e aperto cercando un’interlocuzione con le istituzioni, ci riferiamo ad esempio all’Associazione Lomax, la Mangiacarte, il Ballatoio e tante altre.

Come Arci Catania siamo da sempre stati consapevoli di questo problema e per questo, da tanti anni, chiediamo una casa comune. L’ultima volta ci abbiamo provato il 10 Marzo scorso chiedendo al Comune di Catania (prot. N° 80741) la concessione dei locali del Cinema Midulla per la creazione di un Centro Polifunzionale – incubatore di cittadinanza attiva e associazionismo giovanile. La nostra idea, politicamente aggregativa nel metodo, è quella di costruire uno spazio che agevoli la pratica dell’associazionismo tout court creando aggregazione, distribuzione di arte e socialità e promozione dei diritti contro ogni forma di oppressione sociale, compresa quella mafiosa.

Oggi rinnoviamo al Comune di Catania l’appello a rispondere alla nostra proposta del 10 Marzo. Realizzare il Centro Polifunzionale per l’associazionismo giovanile a San Cristoforo significherebbe far risorgere l’idea di una città più a misura d’uomo dove cittadini, artisti, impegno sociale, e così anche la scuola di Musica Falcone e Borsellino, possano sottrarre spazio all’abbandono.

Dario Pruiti – Presidente Arci Catania – 328 5509289

Ufficio Stampa Arci Catania

Piazza Carlo Alberto 47

95129 Catania

tel 095 8207675

fax 0952937702

catania@arci.it

www.arcicatania.org

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.