Corso per redattori in Sardegna! Scadenza candidature 22 settembre


I MEDIA E L’HATE SPEECH

LA LIBERTA’ D’ESPRESSIONE E IL DIFFONDERSI DI MOVIMENTI ESTREMISTI

Hotel Panorama, Cagliari, Sardegna

24 – 26 ottobre 2013

Invito destinato a redattori, per condividere esperienze e preoccupazioni

In tutta Europa movimenti populisti ed estremisti stanno manipolando le paure e I  pregiudizi della gente per costruire la base di consenso alle loro politiche, che creano ulteriori divisioni in un momento di crisi economica. Incitare all’odio verso un gruppo sociale impopolare è una strategia classica per ottenere visibilità e guadagnarsi voti, specialmente in epoche di crisi economiche.

Che responsabilità hanno I media e I giornalisti nel momento in cui l’hate speech è in crescita? Chi dovrebbe stabilire I limiti della libertà d’espressione? In che modo, negli altri Paesi, I professionisti del mondo mediatico affrontano il problema dell’hate speech e della discriminazione?

Preoccupazioni in merito al fenomeno sono state espresse dalle Nazioni Unite, dal Consiglio d’Europa, dall’Unione Europea, dall’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, da specifici rapporti dell’ONU e da molti esperti indipendenti, gruppi per I diritti umani, docenti universitari, nonchè da organizzazioni della società civile. Si è anche lanciato un allarme circa la continuata e offensiva stereotipizzazione e stigmatizzazione delle minoranze.

Il National Institute for Social Integration (NISI, Lithuania) invita 25 redattori della carta stampata, del web e della radio, provenienti da Italia, Inghilterra, Spagna, Bulgaria, Lettonia e Lituania, che si incontreranno in Sardegna, a Cagliari, per due giorni e mezzo (dal 24 al 26 ottobre) e condivideranno I loro approcci, le loro opinioni e la loro esperienza in relazione a queste impegnative questioni, e impareranno qualcosa in più sulla crescita dei movimenti estremisti in Grecia, Ungheria e Olanda.

 I candidati devono possedere una buona conoscenza dell’inglese, una simpatia per le politiche familiari, un interesse per I diritti umani e per le voci delle minoranze. Tutti I costi dei partecipanti verranno coperti dagli organizzatori.

 Per iscriversi occorre compilare la scheda e inviarla a training@arcicatania.org entro il 22 settembre 2013.

 

ORGANIZZATORI

Il NISI ha dato vita al movimento Media4Change, che dal 2009 organizza corsi di formazione per giovani giornalisti europei sui temi dei diritti umani. Più informazioni all’indirizzo: http://zurnalistui.lt/en. I suoi partner sono il Baltic Centre for Investigative Journalism Re:Baltica (Lettonia),  il Media Diversity Institute (Regno Unito), l’Arci Catania, TDM International (Italia), il Concordia International Group (Spagna), l’International Initiatives for Cooperation, il Foundation Centre for Economic Development, la International Development Alliance e l’ International Initiatives for Cooperation (Bulgaria).

 

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.